Vita e Pensiero promuove e partecipa ogni anno a grandi eventi dedicati alla lettura, con autori e personaggi di primo piano del mondo della cultura. Di seguito i prossimi appuntamenti 2019-2020.

 

Novembre 2019 – Bookcity Milano

 

 

I giusti continuano a leggere

Venerdì 15 e sabato 16 novembre il gruppo di giovani lettori volontari, I giusti continuano a leggere, sarà presente a tre eventi Bookcity Università Cattolica promossi da Vita e Pensiero: Primo Levi, una questione di giustizia con David Assael, Claudia Mazzucato, Gabrio Forti, Alberto Cavaglion, Milena Santerini; Basilicata, terra di scrittori e narrazioni senza confini con Giuseppe Lupo, Raffaele Nigro, Mariolina Venezia, Mimmo Sammartino, Andrea Di Consoli, Gaetano Cappelli; Il coraggio della bontà con Alessandro D’Avenia e Josep Maria Esquirol. Scopri i dettagli nella pagina dedicata.

 

 

L’insostituibile autorevolezza del leggere

Il ruolo sociale della filiera della cultura e dell’informazione: criticità, opportunità e sviluppi economici

 

venerdì 15 novembre | Castello Sforzesco | Sala Viscontea | Piazza Castello 1, Milano

ore 15.00

La Filiera della Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: dati e trend economici.
a cura  “Centro Studi Federazione Carta e Grafica”

 

Ore 15.30

La promozione della lettura: pratiche ed esperienze a confronto di due grandi metropoli.

Stefano Parise, Vice Direttore Cultura Comune di Milano e Coordinator, Milan Creative City UNESCO for Literature

Marina Espasa, Direttore Unesco Office Barcellona, Città della Letteratura -City Council

Intervengono Johnny Dotti e Andrea Rapaccini (autori de L’Italia di tutti, Vita e Pensiero).

 

Ore 16.00

Tavolo rotonda

Girolamo Marchi (Presidente Federazione Carta e Grafica), Ricardo LeviPresidente AIE), Andrea Riffeser (Presidente FIEG), Filippo Del Corno (Assessore alla cultura Comune di Milano), Romano Montroni (Cepell – Centro per il libro e la lettura), Gian Arturo Ferrari (esperto editoria), Piergaetano Marchetti (presidente di Bookcity)

Modera i lavori: Pier Luigi Vercesi – editorialista del Corriere della Sera

 

 

Marzo 2020 – Palazzo Ducale di Genova

 

Il lettore nell’epoca digitale

Ci troviamo nel mezzo di una veloce transizione dalla cultura del libro a quella dello schermo digitale. Questo passaggio sta trasformando la figura del lettore, a cominciare dal suo stesso cervello. Qual è la posta in gioco di questo cambiamento? Che ne sarà dei lettori che eravamo? È possibile integrare la preziosa eredità della cultura analogica con l’innovazione digitale? Il futuro del libro e del lettore dipenderanno da come sapremo rispondere a queste domande. Esse fanno da sfondo al ciclo di incontri dedicato ad alcuni aspetti fondamentali dell’esperienza umana essenziali per illuminare l’atto della lettura e la sua importanza: la coltivazione dell’interiorità, il passaggio generazionale, il senso del tempo.

 

2 MARZO
Carlo Ossola
Josep Maria Esquirol
La lettura come resistenza intima

 

9 MARZO
Eraldo Affinati
Pierangelo Sequeri
Come ci si affeziona alla lettura?
Maestri, giovani, scuola

 

16 MARZO
José Tolentino Mendonça
Silvano Petrosino
Il tempo dei libri. La lettura profonda nella società iperveloce

 

 

 

Eventi conclusi:

Settembre 2019 – Festivaletteratura

 

sabato 7 settembre, ore 21.00 | Basilica Palatina | Piazzetta S. Barbara – Mantova

 

MARYANNE WOLF

University of California di Los Angeles (UCLA)

ALBERTO MANGUEL

Narratore, traduttore, saggista e bibliotecario argentino naturalizzato canadese

 

Maryanne Wolf, neuroscienziata, autrice di Lettore, vieni a casa. Il cervello che legge in un mondo digitale, e Alberto Manguel, saggista e scrittore (si vedano gli articoli Ma più della tv, i libri ci parlano della vita, Nella biblioteca della memoria) hanno dedicato vita e studi alla lettura, l’una analizzandola dal punto di vista scientifico, l’altro da quello storico e culturale. In occasione del Festivaletteratura sabato 7 settembre alle 21.00 la neuroscienziata cognitivista e lo scrittore argentino si sono incontrati alla Basilica Palatina di Mantova per raccontare come i libri accompagnino la nostra vita sin dall’infanzia, facendoci innamorare di alcune pagine e insieme alterando le connessioni neuronali del nostro cervello.

La lettura d’altra parte non è un’attitudine naturale dell’uomo, ma una sua invenzione e la sfida nella società odierna è quella di adattarsi ai cambiamenti indotti dall’avvento del digitale, che sta cambiando completamente l’approccio alla fruizione profonda della parola scritta, soprattutto nelle giovani generazioni assorbite dalla distrazione e dalla velocità del Web. I due autori ci hanno accompagnato alla scoperta di un fenomeno tanto antico quanto straordinariamente complesso. A dialogare con i due giganti della lettura lo scrittore e giornalista di «Avvenire» Alessandro Zaccuri.

Presto il video completo dell’evento sul nostro canale Youtube.