I giusti continuano a leggere è un gruppo di lettori-volontari, aperto a tutti e rivolto in particolare agli studenti universitari, nato nel 2018 in occasione del centenario della casa editrice Vita e Pensiero che ha voluto coinvolgere i più giovani nelle azioni di promozione della lettura. Il nome scelto dall’editrice si ispira ai versi della poesia di Borges I giusti, che parla di un’idea di bontà e giustizia, di cui siamo depositari tutti, realizzabile attraverso gesti semplici, come leggere. Nel 2018 più di 100 studenti dell’Università Cattolica, e non solo, si sono cimentati nell’avventura della lettura ad alta voce, ricordandoci che la lettura è un atto che, anche se sembra solitario, come scrive la neuroscienziata Maryanne Wolf nel suo Lettore, vieni a casa, «ha un impatto civile e politico fortissimo», perché è lo spazio in cui si forma lo spirito critico del cittadino e la dimensione empatica dell’uomo. Per questo i reading dei Giusti continuano nel 2019 e continueranno ancora in seguito.

 

Evento rimandato, anzi trasformato

La resistenza della poesia – 19 marzo 2020

 

DOVEVA ESSERE COSì:

Giovedì 19 marzo ore 17.00
Libreria Vita e Pensiero – L.go Gemelli 1, Milano

Anche se non serve a niente, gli uomini e le donne scrivono poesie da oltre quattromila anni, affidando a una parola apparentemente gratuita e immotivata i propri desideri più profondi, le proprie attese e le proprie paure. Perché? «La poesia dice l’indicibile» scrive Franco Loi nel libro La parola e la cosa. Saggi sulla resistenza della poesia (Vita e Pensiero) che viene presentato in occasione della Giornata mondiale della poesia. Insieme al poeta milanese Franco Loi ci sarà Guido Oldani, altro poeta-autore della raccolta di saggi. Modera l’incontro Roberto Righetto della rivista “Vita e Pensiero”. Introduce Giuseppe Langella, professore ordinario di Letteratura italiana moderna e contemporanea dell’Università Cattolica. “I giusti” leggeranno per l’occasione poesie e brevi testi tratti dal libro.

 

SARà COSì:

Giovedì 19 marzo, dalle 10 alle 18.00
Canale Youtube Vita e Pensiero condiviso anche sui social (facebook, twitter, instagram)

Il 19 marzo la casa editrice Vita e Pensiero aveva in programma un reading in libreria intitolato “La resistenza della poesia” con alcuni dei poeti autori dei saggi del nuovo libro La parola e la cosa, e soprattutto insieme al gruppo “I giusti continuano a leggere”. Fin dai primi giorni in cui l’Università ha chiuso le porte alle lezioni ci siamo posti il problema: cosa fare? Sperando in una riapertura rapida, soprattutto per quello che avrebbe significato: stiamo bene, è tutto passato. Ma purtroppo non è così. Ci sono cose più importanti, certamente, ma se nel nostro piccolo possiamo donare un po’ di poesia a chi ci segue perché non farlo? Allora abbiamo deciso di rivolgerci a loro, ai Giusti, ai lettori-volontari, per la maggior parte studenti universitari che hanno sempre dato con piacere la loro voce agli autori che di volta in volta abbiamo proposto in questi anni.

In molti hanno risposto al nostro appello e il 19 marzo ci saremo, nella playlist online, con tanti piccoli video dedicati alla poesia, a questa arte “inutile” eppure così necessaria. Un piccolo puzzle, incorniciato dai video di alcuni protagonisti: Valerio Magrelli, Giuseppe Conte e Guido Oldani, che insieme ci ricorda che “la poesia è libera e liberatrice, oppure non è”.

Per iscriversi al reading cliccare su Diventa un lettore.

 

LE MAIL CHE CI SONO ARRIVATE

Credo che soprattutto in questo periodo che ci costringe nelle nostre case occorra diffondere l’arte della poesia perché questa possa rendere vive le nostre giornate. Grazie mille per averci dato l’opportunità di restare vicini nonostante tutto. Maurizio 

 

Mi sembra una bellissima iniziativa per tenere unità la comunità di lettori anche in questo sconfortante periodo. Vi ringrazio per la resilienza con cui portate avanti i vostri progetti Elena 

 

Siete una delle più piacevoli e belle esperienze ed uno dei più sinceri incontri che ho ricevuto in dono all’interno dell’ateneo. Con un grande sorriso Margherita 

 

Ho apprezzato questa iniziativa che mi ha trascinata nella dimensione della poesia, distraendomi momentaneamente dallo scenario attuale. Non potete immaginare il bene che mi abbia fatto Maria Teresa 

 

Sono molto contenta che i giusti continuano con i video online, c’è proprio bisogno in questo tempo sospeso. Maria 

 

È stato molto bello poter condividere, anche se distanti, questo momento di lettura con voi. Torneremo presto anche a leggere ad alta voce e tutti insieme. Mirjam

 

Un’iniziativa del genere ha grande valore di per sé; in questo periodo tale valore è raddoppiato. Marta

ARCHIVIO EVENTI

Bookcity Milano 2019

 

1. Primo Levi, una questione di giustizia

 

Venerdì 15 novembre 2019 – ore 12.00
Libreria Vita e Pensiero – L.go Gemelli , Milano

Promuovere la lettura significa avvicinare i libri e gli autori ai lettori, soprattutto ai giovani. In occasione dei cento anni dalla nascita di Primo Levi, la casa editrice Vita e Pensiero insieme all’Alta Scuola Federico Stella sulla giustizia penale, organizza un reading commentato con gli studenti-lettori volontari. Un omaggio all’opera e al pensiero di uno scrittore che ci ha lasciato un prezioso testamento sul valore della parola e della giustizia. Coordina l’incontro il filosofo David Assael, conduttore della trasmissione di RaiRadio3 “Uomini e profeti”, con interventi dei giuristi Gabrio Forti e Claudia Mazzucato, di Alberto Cavaglion, curatore dell’edizione commentata di Se questo è un uomo (Einaudi) e di Milena Santerini, vicepresidente del Memoriale della Shoah di Milano.

 

2. Basilicata, terra di scrittori e narrazioni senza confini

 

Venerdì 15 novembre 2019 – ore 17.00
Libreria Vita e Pensiero – L.go Gemelli 1, Milano

L’assegnazione a Matera del titolo di Capitale europea della cultura 2019 ha rimesso in luce la ricchezza culturale della Basilicata. Terra di contrasti, di vuoti e pieni, di povertà e ricchezza, bacino di scrittori, di storie che spesso travalicano i confini regionali. Saranno proprio gli autori di queste storie a raccontarci queste contraddizioni e il dialogo con la letteratura, a partire da Carlo Levi e il suo Cristo si è fermato a EboliGiuseppe LupoRaffaele NigroMimmo Sammartino si incontrano in libreria per un dibattito coordinato da Simona Bonito. A impreziosire l’incontro, in dialogo con gli autori, il reading con gli studenti-lettori volontari. Un’occasione per immergersi nelle migliori pagine letterarie di questa terra affascinante.

 

3. Il coraggio della bontà

 

Sabato 16 novembre 2019 – ore 11.30
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, Auditorium  – Via San Vittore 21, Milano

“Sei un buono”. “Sei troppo buono”. Espressioni colloquiali che inducono a chiedersi: bontà è sinonimo di debolezza? Essere buoni significa essere remissivi? O la pratica della bontà è in realtà una sfida per coraggiosi in una società sempre più violenta e narcisista? Ne discutono il filosofo catalano Josep Maria Esquirol, autore di La penultima bontà, e lo scrittore e insegnante Alessandro D’Avenia, entrambi convinti che la bontà sia in realtà la scommessa più bella da vincere per capire il sentimento della vita: quella della relazione con l’altro. Insieme agli autori ci saranno gli studenti-lettori dell’Università Cattolica, I giusti continuano a leggere, che leggeranno ad alta voce alcuni brani ispirati al tema.

 

 

Reading nel Giardino dei Giusti

 

Domenica 6 ottobre 2019 – dalle 15.00 alle 16.00
Giardino dei Giusti al Monte Stella, via Giovanni Cimabue 40, Milano

 

Il primo Giardino dei Giusti, un memoriale dedicato ai Giusti tra le nazioni, nasce a Gerusalemme nel 1962. Da allora molti ne sono sorti nel mondo e in particolare in Italia. A Milano il Giardino dei Giusti di tutto il mondo, situato nel Parco Monte Stella, è nato nel 2003 e dopo i lavori di riqualificazione, coordinati dall’architetto Stefano Valabrega, domenica 6 ottobre 2019 alle 10.30 verrà inaugurato in una nuova veste, grazie al lavoro dall'”Associazione per il Giardino dei Giusti di Milano”, formata dal Comune di Milano, dall’Unione delle comunità ebraiche italiane (UCEI) e da Gariwo la foresta dei Giusti.

“I giusti continuano a leggere” sono chiamati a raccolta in occasione di questa inaugurazione, per partecipare al reading che si terrà dalle 15.00 alle 16.00 nello “Spazio del Dialogo”: venti lettori volontari, molti studenti dell’Università Cattolica, coordinati dallo scrittore italiano di origine armena Pietro Kuciukian, tra i fondatori di Gariwo, daranno voce a diverse opere di scrittori che con le loro parole hanno difeso la dignità della persona rifiutando di piegarsi ai totalitarismi e alle discriminazioni. Darà inizio al reading Milena Santerini, docente ordinario di Pedagogia Generale dell’Università.

La giornata continua con diversi ospiti tra i quali la senatrice a vita Liliana Segre, superstite dell’Olocausto e attiva testimone della Shoah italiana, che alle 18.30 dialogherà con Gabriele Nissim, presidente di Gariwo e Vicepresidente dell’Associazione Giardino dei Giusti, sul ruolo di Milano nella memoria dei Giusti.

L’occasione del reading nasce grazie a Gariwo, che ringraziamo per averci coinvolti in questo importante momento culturale della città di Milano. Guarda il video dell’evento

 

Per proporre un evento con “I giusti continuano a leggere” scrivi a info@vivaillettore.it
Se sei interessato a partecipare a dei gruppi di lettura in libreria scrivi sempre a info@vivaillettore.it  specificando i tuoi dati (nome, cognome, università) e quale genere di libro ti piacerebbe leggere (saggistica, narrativa, poesia).